Clearinghouse per il Terremoto in Emilia


 

DettagliFonte
Magnitudo (Mw)5.9 INGV
Magnitudo (Mw)6.0USGS
Data e ora20/05/2012 – 02:03:52 (UTC) INGV
Coordinate epicentroLat: 44.89°N – Long: 11.23°E INGV
Profondità (km)6.3 INGV
Mecanismo focale della scossa principaleUn meccanismo di rottura inverso lungo strutture con strike orientato E-W INGV
Sequenza di aftershocks (i)60 ore dalla scossa principale: gli eventi di magnitudo superiore a 5 sono stati 2; quelli con magnitudo tra 4 e 5 sono stati in totale 11; 53 di magnitudo compresa tra 3 e 4.EMSC
Sequenza di aftershocks (ii)Quattro violente scosse, di magnitudo 5.8, 5.3, 4.9 e 5.2 (e profondità di 10.2, 6.8, 11 e 5.4
km) sono state registrate in data 29/05/2012
INGV
DemografiaIl 20% della popolazione colpita dall’evento è sotto i 20 anni e il 55% di questi è sotto i 10 anni
Il 20% della popolazione colpita dall’evento è sopra i 65 anni.
Campione di riferimento selezionato tra i Comuni esposti ai maggiori livelli di intensità sismica, superiori a livello VI della scala Mercalli Modificata (Comuni di San Felice Sul Panaro, Camposanto, Medolla, Finale Emilia, Ravarino, Crevalcore).
Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT)
Perdite stimateLivello di allerta arancione relativamente a perdite economiche. Significativo livello di danno, potenzialmente sparso. Danni economici stimati inferiori all'1% del PIL Italiano. Eventi di simile allerta hanno in passato richiesto intervento a livello regionale o nazionale. Livello di allerta giallo per fatalità relative alla scossa.USGS PAGER Sistema
Perdite umane riportate (mainshock, 20 Maggio)7 vittime
50 feriti
appross. 4500 sfollati
(21/05/2012)
AGI.it
Perdite umane riportate (aftershock, 29 Maggio)16 vittime
350 feriti
appross. 14000 sfollati
(29/05/2012)
CORRIERE.it
Sistemazioni temporanee e assistenzaIn Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, 16000 persone hanno ricevuto assistenza. Sono stati predisposti 45 campi di accoglienza e 64 strutture al coperto (scuole, palestre e caserme) per l'assistenza alla popolazione.
In Emilia:14400 persone assistite di cui 9800 ospitate in campi tenda, 2200 in 53 strutture al coperto e 2400 in alberghi;
In Lombardia: 1400 persone assistite di cui 1200 ospitate in 10 campi tenda e 200 in 11 strutture coperte.
In Veneto il numero di persone che necessitano assistenza si è ridotto a 15 e sono ospitate in una struttura coperta.
PROTEZIONE CIVILE
Dati sui rilievi di agibilitàSono state ispezionate 6700 strutture di cui 37% agibili; 17% temporaneamente inagibili ma agibili con provvedimenti di pronto intervento; 6% parzialmente inagibili; 2% temporaneamente inagibili da rivedere con approfondimenti; 33% inagibili; 5% inagibili per causa esterna.PROTEZIONE CIVILE