Principali caratteristiche sismologiche

May 23, 2012  
Filed under Mappe e registrazioni, Sismologia e Pericolosità

L’evento del 20 Maggio 2012 è stato generato da una struttura sepolta dai depositi alluvionali della Pianura Padana (si veda Figura 1) . Il meccanismo focale calcolato evidenzia un meccanismo di rottura inverso lungo strutture con strike orientato E-W. La Figura 2 mostra la soluzione focale calcolata dall’INGV (maggiori informazioni sono disponibili al seguente link http://cnt.rm.ingv.it/data_id/8222913230/map_dmt_review.pdf)

La soluzione graficata e’ ottenuta con i dati a larga banda della Rete Sismica Nazionale e della rete MedNet dell’INGV. Fonte: http://cnt.rm.ingv.it/data_id/8222913230/map_dmt_review.pdf

La figura sotto mostra la scossa principale e il gruppo di aftershocks verificatisi fino alle 18:00 del 22/05/2012. Il meccanismo focale dei principali aftershocks è presentato; ognuno di questi è caratterizzato da un meccanismo di faglia inversa “reverse faulting”.

 
Scossa principale del 20/05/2012 e relativo sciame sismico. Meccanismo focale degli aftershocks principali (CSEM, 2012; http://www.emsc-csem.org/Files/event/267440/M6.1-North-Italy-Seismicity.jpg).

La figura sottostante mostra il contesto sismotettonico della regione e tenta una correlazione tra il meccanismo principale (Boccaletti et al., 2004) e la sequenza di eventi successivi.

Contesto Sismotettonico della regione (Boccaletti et al., 2004)

In accordo con il “Centre Sismologique Euro-Méditerranéen” (CSEM, http://www.emsc-csem.org/Earthquake/209/M-6-1-NORTHERN-ITALY-on-May-20th-2012-at-02-03-UTC), la seguente tabella mostra il numero di aftershocks con relativa magnitudo, verificatisi nell’arco di 60 ore dalla scossa principale.

Magnitude

Number of aftershoks in the following 60 hours

M > 3

68

M > 4

13

M > 5

2

 

Boccaletti, M.; Bonini, M.; Corti, G.; Gasperini, P.; Martelli, L.; Piccardi, L.; Tanini, C. and Vannucci, G.; (2004), La carta sismotettonica della regione Emilia-Romagna Scala 1:250,000. Servizio Geologico Sismico e dei Suoli.

Comments

Feel free to leave a comment...

You must be logged in to post a comment.